La televisione svizzera per l’Italia

La disoccupazione in Svizzera è stabile al 2,0%

L Ufficio di collocamento di Lugano, in canton Ticino.
L'Ufficio di collocamento di Lugano, in canton Ticino. © Keystone / Christian Beutler

I dati pubblicati oggi dalla SECO indicano che il tasso non è cambiato.

Stabile il tasso di disoccupazione in Svizzera: i dati resi pubblici oggi, venerdì, dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO)Collegamento esterno indicano che a fine settembre 90’826 persone erano iscritte agli Uffici regionali di collocamento (URC), ovvero 945 in più rispetto al mese precedente. Rispetto allo stesso mese del 2022, il numero di persone senza lavoro è cresciuto di 1’300 unità, pari ad un aumento di 0,1 punti. Il tasso di disoccupazione è pertanto rimasto invariato al 2,0%.

Differenze regionali

In canton Ticino, in settembre il tasso di disoccupazione si è attestato al 2,2% (+0,1 punti rispetto a agosto, -0,2 su base annua), nei Grigioni allo 0,7% (+0,1 annuale). In termini assoluti, in Ticino si contano 3’642 persone disoccupate (+166 mensile, -357 annuo), mentre nei Grigioni sono 734 (+77 e +12).

I cantoni di lingua francese si confermano i più colpiti dal fenomeno. Con un tasso del 3,9% il primato negativo spetta al canton Ginevra, seguito da Giura e Vaud con il 3,3%. Con una quota dello 0,5%, l’Appenzello interno è in assoluto il cantone con meno persone disoccupate.

Classi di età e cifre assolute

Dai dati pubblicati dalla SECO emerge che il numero di persone giovani (15-24 anni) disoccupate è diminuito di 33 unità rispetto ad agosto, giungendo a un totale di 9’779, ovvero 411 in più rispetto a settembre 2022. Il tasso di disoccupazione per questa fascia di età si è attestato al 2,2%, in crescita di +0,1 punti su base annua.

La percentuale di ultra 50enni senza lavoro è invece dell’1,8% (-0,1). Le persone cosiddette disoccupate “di lunga durata”, ovvero iscritte agli URC da oltre un anno, sono attualmente 10’743, l’1,7% in meno di agosto e il 37,1% in meno rispetto a un anno fa.

Complessivamente, afferma ancora la SECO, le persone in cerca d’impiego registrate sono 153’535, 1’218 in più rispetto al mese precedente e 5’864 in meno rispetto al corrispondente periodo del 2022. Tale cifra comprende anche le persone che frequentano corsi di riqualificazione o di perfezionamento, quelle che seguono programmi occupazionali e quante abbiano entrate sufficienti a coprire almeno una parte delle loro necessità. Il numero dei posti di lavoro vacanti registrati dagli uffici di collocamento è d’altronde pari a 47’191 (-175 mensile e -22’651 annuo).


Attualità

La locomotiva Re 4/4 II

Altri sviluppi

Un’icona svizzera viaggia verso la pensione

Questo contenuto è stato pubblicato al Le locomotive RE 4/4 II dopo oltre 60 anni di apprezzata carriera nei prossimi anni verranno dismesse dalle Ferrovie federali svizzere.

Di più Un’icona svizzera viaggia verso la pensione
I soccorritori sul luogo dell'incidente dell'elicottero in cui viaggiava il presidente Raisi.

Altri sviluppi

Teheran conferma la morte del presidente Raisi

Questo contenuto è stato pubblicato al Il leader iraniano è morto nell'elicottero caduto in una regione montuosa nei pressi del confine con l'Azerbaigian.

Di più Teheran conferma la morte del presidente Raisi
Panoramica del teatro romano di Augusta Raurica, vicino a Basilea.

Altri sviluppi

La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica

Questo contenuto è stato pubblicato al Nella Giornata internazionale dei musei, rievocazioni e laboratori per imparare a fare il pane o a decorare calici come si faceva duemila anni fa.

Di più La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica
Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”
fotografie degli ostaggi di hamas

Altri sviluppi

Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese

Questo contenuto è stato pubblicato al Le trattative per la liberazione degli ostaggi in mano ad Hamas sono state sospese. Ad annunciarlo un'emittente israeliana.

Di più Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR