Navigation

La "bresaola" svizzera non conosce crisi

La carne svizzera vine consumata quasi tutta nella Confederazione: nessun contraccolpo per il tasso di cambio

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 marzo 2015 - 13:13

L'abolizione del cambio minimo tra franco ed euro ha messo in difficoltà alcuni settori di esportazione svizzera. Per altri però non ci sono state e non si preannunciano catastrofi.

Uno di questi settori è quello della carne. La Svizzera esporta meno del 2,5% dei volumi prodotti. La filiera è poco esposta agli umori delle valute.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.