Navigation

La "bresaola" svizzera non conosce crisi

La carne svizzera vine consumata quasi tutta nella Confederazione: nessun contraccolpo per il tasso di cambio

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 marzo 2015 minuti

L'abolizione del cambio minimo tra franco ed euro ha messo in difficoltà alcuni settori di esportazione svizzera. Per altri però non ci sono state e non si preannunciano catastrofi.

Uno di questi settori è quello della carne. La Svizzera esporta meno del 2,5% dei volumi prodotti. La filiera è poco esposta agli umori delle valute.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?