Navigation

L'Europa dice un sì alla Svizzera

Sul dossier energetico, Bruxelles pronta a concedere un accordo temporaneo alla Svizzera. Ma a condizioni durissime, parole della ministra dell'Energia Doris Leuthard.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 gennaio 2015 - 21:24

L'Unione Europea apre uno spiraglio alla Svizzera, lo fa per quanto concerne la conclusione di un accordo sull'energia elettrica, le cui trattative (che durano da ormai oltre 7 anni) sono state sospese in seguito all'accettazione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa.

Oggi però da Bruxelles,la ministra dell'energia Doris Leuthard ha incontrato il commissario europeo competente del dossier, la notizia di possibili passi avanti seppure, e sono parole della stessa Leuthard, a condizioni durissime.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.