Navigation

Swatch, utile quasi dimezzato nel 2016

Contenuto esterno

Swatch Group ha fatto segnare nel 2016 una contrazione dell’utile netto del 47%, a 593 milioni di franchi. Il volume d’affari, indica giovedì l’azienda con sede a Bienne, è sceso del 10,6% a 7,55 miliardi. Il presidente della direzione Nick Hayek manifesta però ottimismo per l’anno in corso.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2017 - 13:10
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG 12.30 del 02.02.2017)

L’evoluzione, oltre a riflettere le difficoltà dell’intero settore orologiero, si spiega con la modesta utilizzazione delle capacità di produzione, che non sarà tuttavia rivista verso il basso: il CEO di Swatch non vuole compromettere le competenze delle 18 marche del gruppo riducendole.

Il primo fabbricante al mondo di orologi si aspetta comunque una “crescita sana” nel 2017, basando la previsione sulle vendite in Asia e nel Medio Oriente, di nuovo in progressione da qualche mese, anche per le marche di lusso.

In Europa, le vendite di Swatch sono calate in Francia e in Belgio; secondo l’azienda, la causa sono gli attentati nei due Paesi, che hanno tenuto lontano i turisti. La situazione è rimasta stabile in Italia e Spagna. Nel Regno Unito, grazie ndebolimento della sterlina, le vendite hanno fatto segnare una progressione a due cifre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.