Navigation

In Svizzera tornano i ricchi stranieri

Immagine di archivio tvsvizzera

Grazie alle imposte a forfait e alla legislazione fiscale più chiara

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2015 - 16:30

I ricchi stranieri che non conseguono il loro reddito in Svizzera e che possono pagare imposte a forfait basate sulla spesa, e quindi contenute, tornano a stabilire la loro residenza nei cantoni meno esigenti fiscalmente. Si stima che gli interessati siano circa 5'500.

A invogliarli è la bocciatura popolare, l'anno scorso, dell'iniziativa della sinistra per abolire i forfait, in quanto iniqui. Il contemporaneo salvataggio dell'imposta globale che, seppur prevedendo condizioni più restrittive e dispendiose, ha cancellato le incertezze che ne offuscavano l'attrattività, contribuisce a convincere i più facoltosi.

In Ticino il numero di arrivi dei globalisti resta elevato, anche se a un livello leggermente inferiore a quella registrata nel 2014, come spiega Giordano Macchi nell'audio sottostante. Si registrano pure uscite dall'elenco. Sia per partenze all'estero. Sia poiché taluni globalisti rinunciano al regime particolare essendosi viste aumentare le imposte da pagare dopo l'entrata in vigore la modifica della modalità di calcolo della sostanza.

RG/Diem/dg

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.