In pillole La settimana in Svizzera

L'annullamento del voto popolare sull'annessione di Moutier al canton Giura e la fine in Ticino della legge sulle imprese artigianali sono stati due dei temi di cui si è discusso nella Confederazione negli ultimi sette giorni. Ripercorriamo "in pillole" l'attualità elvetica della settima appena trascorsa.

La prefettura del Giura bernese ha invalidato lunedì lo scrutinio del 2017 che era stato definito come "il più sorvegliato della storia svizzera", riaccendendo un dibattito molto acceso che ormai sembrava risolto.

Il Tribunale militare d'appello di Zurigo ha rivisto al ribasso la sentenza nel confronti del sergente maggiore che doveva rispondere all'accusa di aver negato il necessario aiuto medico a una donna siriana che il 4 luglio di quattro anni fa, dopo essere arrivata in treno a Domodossola, diede alla luce una bambina nata morta.

L'annunciata fine della controversa Legge sulle imprese artigianali (LIA) è stata decretata dal Parlamento ticinese, Ma nei prossimi mesi sarà messo a punto un nuovo progetto per tutelare le imprese artigiane locali. Con l'obiettivo di perseguire gli stessi fini della LIA con una normativa che non violi però i principi di libertà economica e di libero accesso al mercato.

Alcuni pezzi del ponte Morandi sono arrivati lunedì a Zurigo. Il laboratorio federale svizzero per la scienza dei materiali (Empa) è stato infatti incaricato di svolgere una perizia per stabilire le cause del crollo costato la vita a decine di persone.


Parole chiave