Navigation

La settimana in Svizzera

Lo sciopero dei lavoratori edili e lo stallo nei negoziati sull'accordo quadro tra Svizzera e Unione europea sono stati due dei temi di cui si è discusso questa settimana nella Confederazione. Ma si è parlato anche dello scioglimento dei ghiacciai, di servizi segreti e di una novità nel sistema di allerta in caso di catastrofi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2018 - 17:00
tvsvizzera.it/Zz

Cominciati lunedì in Ticino, l'ondata di scioperi dei lavoratori edili ha toccato tutte le regioni della svizzera questa settimana. Al centro delle proteste è il rinnovo del contratto nazionale il pensionamento a 60 anni.

 Il tempo stringe per la Svizzera. I negoziati sull'accordo quadro con l'Ue si sono arenati soprattutto a causa delle misure di accompagnamento che Bruxelles non vede di buon occhio.

Misurazioni svolte su 20 ghiacciai di tutte le regioni della Svizzera hanno mostrato che il bilancio di massa - ovvero la differenza tra accumulazione e ablazione - è ancora una volta fortemente negativo. 

Dopo i suoi primi cento giorni oggi alla guida dell'intelligence elvetica, Jean-Philippe Gaudin stila un bilancio positivo sulla nuova legge sulle attività informative. Grazie ad essa è stato possibile intervenire in modo più incisivo, evitando ad esempio il cyberattacco contro il laboratorio Laboratorio chimico di Spiez.

Novità per i segnali di allerta in caso di catastrofe. La Confederazione ha creato "alertswiss", una App per smartphone che completa l'attuale sistema di allarme diffuso dalle sirene e di successiva informazione mediante le emittenti radio che coprono l'intero territorio nazionale.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.