Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

In pillole La settimana in Svizzera

Grandi cambiamenti all'orizzonte per il governo svizzero dopo che due ministri hanno presentato le proprie dimissioni nel corso della settimana appena trascorsa. Ma in Svizzera negli ultimi sette giorni si è parlato anche di burqa, dell'insegnamento dell'italiano nel cantone Grigioni e di Campione d'Italia, dove è giunto il nuovo commissario.

Già da diversi giorni circolavano voci su una prossima partenza del ministro del Partito liberale radicale, la cui salute aveva suscitato alcuni interrogativi. Il ministro dell’economia appariva sempre più stanco e, secondo alcuni media, tendeva sempre più spesso ad assopirsi durante riunioni pubbliche e governative. “Sto bene e sono sveglio”, ha dichiarato martedì mattina Schneider-Ammann, aprendo la conferenza stampa in cui ha annunciato la sua partenza. 

 A 55 anni, la ministra del dipartimento dell'ambiente della comunicazione e dei trasporti pone fine ad una carriera politica alquanto eccezionale, già solo per la rapidità con cui ha bruciato le tappe all’interno del suo partito, come pure sulla scena cantonale e federale. Con lei se ne va non solo uno dei volti più simpatici e popolari del mondo politico svizzero, ma anche uno dei pochi membri dell’esecutivo che ha lasciato una chiara impronta in governo, dove le personalità tendono a livellarsi nella tradizionale ricerca di un ampio consenso e nel rispetto delle decisioni adottate dalla maggioranza. 

Dimissioni in Consiglio federale Doris Leuthard: il governo perde il suo volto più raggiante

Doris Leuthard resterà nella mente come una ministra competente e gioviale, ma soprattutto come la madre della Strategia energetica 2050.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2018 10.36

Quella che è già stata definita norma anti-burqa è stata nettamente accolta domenica scorsa dai cittadini sangallesi, con 83'830 voti contro 36'948.

Votazione cantonale Dopo il Ticino, anche San Gallo vieta il burqa

Oltre il 66% dei votanti ha approvato domenica una legge che vieta dissimulare il volto nei luoghi pubblici del cantone. Quella che è già ...

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2018 14.45

Oltre il 65% dei votanti ha seguito la raccomandazione del Parlamento cantonale grigionesi, che aveva raccomandato di respingere l'iniziativa che chiedeva in sostanza che alle elementari, oltre all'idioma regionale, venisse insegnato solo l'inglese o il tedesco. 

L'inglese nelle zone germanofone, il tedesco in quelle italofone e romance. A farne le spese sarebbero stati l'italiano nelle scuole germanofone e l'inglese in quelle romance e italofone. Questi due idiomi sarebbero infatti slittati alla scuola secondaria.

Votazione cantonale Nei Grigioni l'italiano rimarrà alle elementari

I cittadini grigionesi hanno respinto domenica l'iniziativa popolare denominata "Solo una lingua straniera nelle scuole elementari". Oltre il ...

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2018 16.40

Lunedì Roma ha nominato Giorgio Zanzi quale commissario per Campione d'Italia, paese che si trova, a detta dello stesso Zanzi, in una situazione che presenta "profili di grande problematicità" in merito al settore del lavoro e dei dipendenti del casinò in particolare. 

La casa da gioco fallita, fino a poco tempo fa linfa vitale del comune, è però per ora "fuori dal raggio d'azione".

L'ex prefetto di Varese Campione d'Italia, arriva il commissario

Il comune di Campione d'Italia, dopo le dimissioni del sindaco Roberto Salmoiraghi e di quattro consiglieri comunali, ora è retto da un commissario.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2018 15.42


tvsvizzera.it/Zz

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box