Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Immigrati, mai così tanti #2

Berna riconosce: il mercato del lavoro ticinese potrebbe essersi maggiormente deteriorato rispetto alla Svizzera tedesca

L'anno scorso si sono stabilite nella Confederazione 66'200 persone, la cifra più elevata mai registrata. Dall'entrata in vigore della libera circolazione nel 2002 il numero di persone attive professionalmente è cresciuto di 624'000 unità.

Sempre più persone da paesi in difficoltà arrivano in Svizzera. Secondo i dati della Segreteria di Stato all'economia (SECO), metà degli immigrati proviene da Stati in crisi dell'area mediterranea. I tedeschi rappresentano solo il 15%.

Salari in crescita nonostante i nuovi arrivi. Caso ticinese

Nonostante l'aumento della popolazione, la disoccupazione è diminuita e i livelli salariali sono cresciuti. In Ticino, sebbene l'impiego dei frontalieri sia fortemente cresciuto tra il 2002 e il 2013 (+5,7% all'anno), l'aumento relativo del tasso di disoccupazione è moderato. Tuttavia per la SECO, "la situazione del mercato del lavoro ticinese potrebbe essersi maggiormente deteriorata rispetto alla Svizzera tedesca".

Neo immigrati persone istruite

Lo studio della SECO rivela che i nuovi stranieri sono per il 58% meglio istruiti della media svizzera. Il 15% ha frequentato solo la scuola dell'obbligo. Ciò significa che l'economia richiede gente ben formata ma anche poco qualificata.

Red.MM/ats

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box