Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

coronavirus Il Ticino chiude tutte le scuole

Dopo giorni di discussioni e polemiche il Ticino, primo cantone in Svizzera, ha deciso la chiusura di tutte le scuole, di ogni ordine e grado. Anche Vaud e Friburgo sospendono le lezioni.

Allievi di una scuola di Stabio (Ticino)

Allievi di una scuola di Stabio (Ticino) leggono le raccomandazioni federali contro il coronavirus.

(Keystone / Alessandro Crinari)

La decisione figura nel nuovo pacchetto di misureLink esterno - che entreranno in vigore lunedì 16 marzo e che non riguardano solo l'ambito educativo - che si aggiunge ai provvedimenti approvato mercoledì. 

Nuovo pacchetto

Allo scopo di abbattere il numero di contatti interpersonali, che sono la fonte principale del contagio da coronavirus, la pubblica amministrazione ridurrà la sua attività e saranno erogati solo i servizi al pubblico prioritari.

Disposizioni analoghe, che sono ancora in fase di elaborazione, sono previste per l'economia privata, che viene invitata dalle autorità cantonali a garantire solo le prestazioni di base. In proposito le associazioni dell'edilizia, riscontrata la difficoltà di disporre di organici completi (alla luce anche dei controlli alle frontiere) e di rifornirsi dei materiali indispensabili, avevano già proposto la chiusura dei cantieri.

I servizi del TG delle 12:30

(1)

La puntata del quotidiano

Marcia indietro sulla scuola

Le lezioni vengono quindi sospese anche per le scuole dell'obbligo (quelle post-obbligatorie e le università erano già chiuse). A tal proposito Bellinzona, che finora aveva rinviato questa decisione per evitare i contatti tra i minorenni e i nonni che li avrebbero dovuti accudire, sottolinea che le restrizioni adottate potranno favorire la cura dei bimbi da parte dei loro genitori. In ogni caso, fa sapere sempre il Cantone, da martedì 17 marzo "sarà garantito presso le sedi scolastiche un servizio di accudimento per gli allievi che per ragioni famigliari non possono restare a casa".

dossier

Coronavirus in Svizzera

Il numero di nuovi contagi si è stabilizzato. Ma quali conseguenze lascerà la pandemia di Covid-19?

La marcia indietro del governo ticinese, che fino a giovedì aveva invitato i Comuni refrattari a uniformarsi alle direttive cantonali, è stata dettata dal precipitare degli eventi. Nelle ultime ore diversi paesi europei, tra cui Germania, Francia, Belgio e Liechtenstein, hanno deciso di chiudere le scuole e altre misure restrittive mentre a livello cantonale l'Ordine dei medici e l'Ente ospedaliero cantonale (e Clinica di Moncucco) hanno fatto pressioni su Bellinzona affinché facesse la stessa cosa.

Situazione a livello federale

Nel pomeriggio sono attese novità da parte della stessa Confederazione che sta aggiornando la sua strategia di contrasto alla pandemia. Intanto anche altri cantoni - Vaud e Friburgo - hanno deciso la chiusura degli istituti scolastici.

Intanto in Svizzera è stata superata la soglia di mille contagi: l'Ufficio federale della sanità pubblica ha indicato venerdì a mezzogiorno 1'125 casi (+267), di cui quattro in realtà nel Principato del Liechtenstein. In Ticino le persone infettate sono salite a un totale di 215 (+35). Seguono Vaud (211 casi), Zurigo (103), Basilea Città (92) e Ginevra (84).

Sono per ora sette le persone morte (tre in Ticino - di cui due nelle ultime 24 ore - due a Basilea Campagna, uno a Basilea Città e uno in Canton Vaud).

-i numero di contagi nel Mondo aggiornati dall'Università Johns HopkinsLink esterno

tvsvizzera/spal

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box