Navigation

Il segreto bancario sparirà nel 2018

Il governo federale mette in consultazione il progetto che dovrà essere esaminato dalle Camere a Berna

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 gennaio 2015 - 21:26

Come annunciato negli scorsi anni la Svizzera introdurrà lo scambio automatico di informazioni in ambito fiscale nel 2018. Il governo elvetico ha infatti messo in consultazione, prima della sua approvazione definitiva da parte del parlamento, il pacchetto di norme che sancirà questa importante svolta per la piazza finanziaria.

In concreto sparirà il segreto bancario per i contribuenti stranieri titolari di conti nelle banche elvetiche e Berna ottempererà agli standard vigenti a livello internazionale sulla trasparenza e la collaborazione fiscale tra paesi. Questo significa che le società finanziarie elvetiche punteranno sull'indiscussa qualità dei propri servizi e non, come avvenuto in passato in alcune particolari realtà, sull'occultamento di capitali stranieri non dichiarati, a beneficio dell'intero sistema. Per i cittadini svizzeri, invece, resteranno in vigore le attuali norme.

La battaglia in Parlamento comunque si preannuncia accesa, in particolare per la prevedibile opposizione dei gruppi di centro-destra che non hanno mancato, in passato, di osteggiare le misure della consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.