Navigation

Il profugo? Me lo porto a casa

Nel canton Argovia famiglie siriane vengono ospitate direttamente nelle case dei cittadini

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2015 - 21:08

L'avanzata dell'ISIS - con le violenze e la destabilizzazione politica che comporta - contribuisce a far aumentare il numero di persone in fuga verso l'Europa.

E se qui l'atteggiamento nei confronti dei migranti è spesso di diffidenza, non mancano comunque storie di accoglienza. Alcune sono ambientate in Ticino, dove da tempo alcuni privati del Malcantone danno alloggio a famiglie di profughi siriani. Un'iniziativa approdata ora anche nel canton Argovia

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.