Il peggio a Neuchâtel Maltempo in Svizzera francese, danni e feriti

Immagine di un auto colma di detriti vegetali schiacciata contro la finestra di un abitazione lungo una strada

La strada tra Dombresson e Le Pâquis è in parte ricoperta di fango e disseminata di automobili accidentate.

© Keystone / Laurent Gillieron

Il maltempo si è abbattuto tra venerdì sera e sabato notte su gran parte della Svizzera, provocando danni soprattutto nel canton Neuchâtel, dove quattro persone sono rimaste ferite -una in modo grave- e gli allagamenti hanno travolto decine di automobili. Violenti temporali anche nella Svizzera italiana, dove tuttavia la situazione è sotto controllo.

In una notte è caduto un quantitativo d'acqua pari alle precipitazioni di un mese intero. I veicoli sono stati spazzati via dalla corrente del torrente Le Ruz Chasseran, uscito dagli argini tra Dombresson, frazione di Val-de-Ruz, e Le Pâquier. I soccorritori hanno dovuto liberare diverse persone rimaste intrappolate nelle vetture.

La strada è in parte ricoperta di fango e disseminata di automobili rovesciate: rimarrà chiusa in entrambe le direzioni per giorni, secondo quanto riferito all'agenzia Keystone-ATS dal portavoceLink esterno della polizia di Neuchâtel.

Nella regione si contano ingenti danni. Si segnalano soprattutto cantine e garage sotterranei allagati, alberi sradicati e smottamenti di terreno [video sotto]. Secondo il portavoce, al momento del temporale nelle strade di Dombresson vi era un metro d'acqua.

Il maltempo ha provocato disagi anche all'approvvigionamento elettrico: sabato mattina un centinaio di case erano ancora senza corrente. Tra le 22 e le 4, le forze dell'ordine hanno ricevuto oltre 500 chiamate riguardanti la sola Val-de-Ruz.

Sul posto, oltre alle pattuglie di polizia e ai soccorritori, sono intervenuti un drone, due elicotteri della Guardia aerea svizzera di soccorso Rega e uno dell'esercito: la priorità è di verificare se vi siano persone disperse e liberare i residenti le cui abitazioni sono bloccate da detriti e fango. La Protezione Civile è pronta ad accogliere gli sfollati.

Mentre i lavori per sgombrare dalle macerie la strada cantonale procedono a pieno regime, sono in corso interventi per rendere più sicuri gli argini dei torrenti Ruz Chasseran e Le Seyon nei villaggi: sabato pomeriggio sono attese nuove precipitazioni.
 

Da domenica, invece, un anticiclone dovrebbe portare bel tempo fino a mercoledì, anche in Svizzera francese [previsioni aggiornate quiLink esterno].

A sud delle Alpi, i temporali violenti non sono mancati. Di primo mattino, due grandinate si sono abbattute su Luganese e Mendrisiotto. I chicchi di notevoli dimensioni caduti su San Pietro di Stabio e Mendrisio hanno causato qualche danno ai veicoli e alle colture non protette. 

Fine della finestrella

Parole chiave