Navigation

Il carnevale si censura

...e quest'anno si invita a non far facili ironie sul profeta Maometto Basler Fasnacht Online

Gli organizzatori della manifestazione più importante della Svizzera - Basilea - invitano i partecipanti a non fare ironia sul profeta Maometto

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2015 - 11:57

Basilea è l'indiscussa capitale svizzera del carnevale. E quest'anno, gli organizzatori hanno invitato i partecipanti ad evitare caricature o altri accenni al profeto Maometto. Sì all'ironia sulle scappatelle del presidente francese François Hollande o sulla politica locale, ma meglio evitare Maometto sui carri allegorici.

A un mese dall'attentato a Parigi contro il settimanale satirico Charlie Hebdo, il presidente del comitato che organizza il carnevale di Basilea, Christoph Bürgin, ha sottolineato che la religione è «un argomento delicato». Per Bürgin, il carnevale deve infatti criticare le autorità e presentare uno specchio della società, ma la libertà ha dei limiti imposti dalla legge e dal mutuo rispetto.

Il comitato - ha aggiunto - non è tuttavia un organo di censura e può solo rivolgere raccomandazioni. Il Carnevale di Basilea si svolge dal lunedì al giovedì mattina successivo al al Mercoledì delle Ceneri e dura esattamente 72 ore. Questo significa che quest'anno scatta alle 4 di mattina del 23 febbraio.

ATS/red

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.