La televisione svizzera per l’Italia

Il capo dell’esercito svizzero auspica maggiore collaborazione con NATO e UE

thomas süssli
Per Thomas Süssli, la difesa della Svizzera passa anche da una maggiore cooperazione internazionale. © Keystone / Ennio Leanza

La Svizzera potrebbe contribuire di più alla sicurezza in Europa incrementando la cooperazione con i Paesi limitrofi, la NATO e l'UE, sostiene il comandante di corpo Thomas Süssli.

Il capo dell’esercito ha presentato giovedì davanti ai media un rapporto che mette in evidenza tre priorità per l’espansione delle capacità difensive della Confederazione. Oltre alla cooperazione internazionale, vengono menzionate lo sfruttamento delle opportunità offerte dal progresso tecnologico nonché un ulteriore sviluppo adattivo delle capacità militari.

Stando al rapporto pubblicato dal Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), il rafforzamento della cooperazione internazionale con la l’Alleanza atlantica, l’Ue e i Paesi confinanti dovrebbe consentire lo scambio di esperienze e di standard tra le varie forze armate e di contribuire alla sicurezza nel continente.

Per poter continuare a proteggere la Svizzera e la sua popolazione, l’esercito deve inoltre “rafforzare la sua capacità di difesa in maniera coerente”, spiega il capo dell’esercito. Questo aspetto deve essere maggiormente sfruttato, soprattutto per quanto riguarda l’addestramento, le esercitazioni e gli approvvigionamenti.

Gli obiettivi e la strategia in tal senso sono stati definiti dall’esercito nel nuovo rapporto “Rafforzamento della capacità di difesa – Obiettivi e strategia per il potenziamento”.

Dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno deciso, nel 2022, di aumentare gradualmente le spese per l’esercito a partire dal 2023, in modo che al più tardi entro il 2030 ammontino ad almeno l’1% del prodotto interno lordo.

Contenuto esterno


Attualità

La bandiera della Cina posata sulla luna.

Altri sviluppi

La Cina nuova potenza nella corsa allo spazio

Questo contenuto è stato pubblicato al La missione lunare cinese è tornata sulla Terra: ha raccolto i primi campioni dal lato più nascosto della Luna. Si tratta di una prima mondiale nell'esplorazione spaziale, e di una vittoria contro i rivali statunitensi nel dominio spaziale.

Di più La Cina nuova potenza nella corsa allo spazio
Un'antenna meteo in Vallese.

Altri sviluppi

MeteoSvizzera sarà ancora più precisa nelle sue previsioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Le previsioni del tempo in Svizzera saranno ancora più precise. MeteoSvizzera si è infatti dotata di un nuovo modello, “Icon”, che dovrebbe renderle più accurate, soprattutto nella regione alpina

Di più MeteoSvizzera sarà ancora più precisa nelle sue previsioni
Il ministro della difesa russo Sergei Shoigu (destra) e il capo di Stato Maggiore Valery Gerasimov.

Altri sviluppi

CPI: mandati d’arresto per Shoigu e Gerasimov

Questo contenuto è stato pubblicato al La Corte penale internazionale (CPI) ha emesso mandati d'arresto per l'ex ministro della difesa russo Serghei Shoigu e per il capo di Stato maggiore Valery Gerasimov. Lo si legge sul sito della stessa Corte.

Di più CPI: mandati d’arresto per Shoigu e Gerasimov
cartello con scritta free assange

Altri sviluppi

Julian Assange è libero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo cinque anni di carcere a Londra, il fondatore di Wikileaks Julian Assange è libero e ha lasciato il Regno Unito per tornare in Australia.

Di più Julian Assange è libero
L'ex stella del calcio brasiliano Ronaldinho ha inaugurato il primo ristorante che porta il suo nome, l'R10 Burger a Chatelaine, vicino a Ginevra.

Altri sviluppi

Ronaldinho ha aperto un ristorante a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato al L'ex stella del calcio brasiliano Ronaldinho ha aperto il suo primo ristorante vicino a Ginevra. Il ristorante serve hamburger e si chiama "R10", come il numero di maglia del famoso calciatore.

Di più Ronaldinho ha aperto un ristorante a Ginevra

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR