Navigation

Il Canton San Gallo teme entrate illegali di migranti

Negli ultimi 5 mesi dalla frontiera orientale della Svizzera sono entrati quasi 6000 migranti

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2016 - 20:19

Dallo scorso autunno il Cantone è diventato il luogo privilegiato di entrata per i richiedenti asilo. La situazione potrebbe peggiorare dopo l'annuncio dell'Austria di voler introdurre un tetto massimo alle richieste.

Questo ha costretto il Canton San Gallo ad aprire nuovi centri e usare i rifugi della protezione civile. Per Fredy Fässler, responsabile sangallese del dossier asilo, il cantone è comunque pronto all'evenienza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.