Navigation

Il calo del petrolio spaventa il franco svizzero

La Banca Nazionale (BNS) teme pressioni sulla moneta elvetica e rischi per la nostra economia

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 dicembre 2014 - 23:21

Il ribasso del prezzo del petrolio, tanto apprezzato dagli automobilisti, rischia di mettere sotto pressione il franco svizzero in questa delicata fase congiunturale ed è visto con apprensione dalle autorità monetarie elvetiche. Lo spettro della deflazione indurrebbe infatti la Banca centrale europea a una politica monetaria espansionistica e il conseguente apprezzamento del franco sull'euro metterebbe in difficoltà l'economia elvetica. Nel servizio il commento del presidente di direzione della banca nazionale svizzera Thomas Jordan.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.