Navigation

Il Birchermüsli

Non è uno scioglilingua, ma un pasto completo

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2014 - 11:43

Il Birchermüsli, una delle specialità elvetiche più conosciute al mondo, è stato inventato più di un secolo fa dal medico zurighese Maximilian Bircher Benner, pioniere della ricerca nutrizionale.

La ricetta originale è ancora oggi preparata nelle cucine dell'ex clinica del dottor Bircher, trasformata in centro per congressi e formazione.
I primi a provare questo originale miscuglio furono i pazienti del sanatorio Lebendige Kraft ("forza vivente") che il medico aprì nel 1904 attirando molti clienti illustri, fra i quali lo scrittore Thomas Mann.

La filosofia che guidava questo centro di salute e benessere privilegiava l'attività all'aria aperta e un'alimentazione a base di vegetali crudi e alimenti integrali. Negli anni venti, il Birchermüsli entrava a far parte anche del menu di un ristorante di Zurigo gestito da Ambrosious Hiltl, amico del dottor Bircher, convertitosi al vegetarismo dopo essere guarito da un brutta gotta grazie al cambiamento di alimentazione. Diventato un vero tempio della cucina vegetariana, il prestigioso ristorante appartiene ancora oggi alla famiglia ed è gestito dal pronipote di Ambrosious, Rolf Hiltl.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.