Navigation

Il "9 febbraio" agli Stati

Un'intesa in materia fra le Camere è cruciale in funzione del futuro degli accordi fra Svizzera e UE tvsvizzera

Dibattito cruciale alla camera alta del Parlamento svizzero: si discute di come applicare l'iniziativa "contro l'immigrazione di massa"

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2016 - 12:40

Il Consiglio degli Stati ha avviato nella mattinata di oggi, mercoledì, il dibattito sull'applicazione dell'iniziativa del 9 febbraio. Al centro delle discussioni, figura soprattutto la soluzione proposta da Philipp Müller (PLR/AG) in materia di preferenza indigena.

Tale proposta, già approvata dalla maggioranza della commissione preparatoria, punta a mettere sotto pressione le aziende affinché assumano prioritariamente lavoratori residenti. L'ex presidente del PLR svizzero ha aperto stamani il dibattito, sostenendo la validità di tale modello.

In settembre il Nazionale aveva invece adottato una soluzione meno vincolante, volta a limitare l'immigrazione ma senza il ricorso a tetti massimi e a contingenti. Le Camere, per rispettare la scadenza del 9 febbraio 2017, debbono assolutamente accordarsi su una soluzione entro questa sessione parlamentare.

Red.MM/ARi

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Un'intesa in materia fra le Camere è cruciale in funzione del futuro degli accordi fra Svizzera e UE keystone

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.