Navigation

I Måneskin fanno tappa a Zurigo

È la band italiana di maggior successo degli ultimi decenni, vincitori delle ultime dedizioni dell'Eurovision e di Sanremo. Keystone / Fabian Sommer

I Måneskin vanno a mille. Sono in vetta a diverse classifiche. Ed il loro ultimo singolo "I Wanna Be Your Slave" è solo la punta dell’iceberg del successo internazionale che li sta travolgendo dall’istante stesso in cui hanno vinto all’Eurovision Song Contest 2021.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 luglio 2021 - 21:03
tvsvizzera.it/fra

"Adesso abbiamo la possibilità di portare la nostra musica a molte più persone e questo è sempre stato il nostro obiettivo e continua ad esserlo. Vogliamo esprimerci attraverso la nostra musica. E quella che stiamo avendo è un'occasione molto bella. E ci rendiamo conto dell'importanza di quello che ci sta succedendo. Siamo molto contenti", dice il cantante Damiano David.

"Il senso della nostra presenza ad Eurovision - afferma la bassista Victoria De Angelis - era quello di dimostrare che ci può stare anche il rock. Che esiste e si può fare. Per tutto questo anno molte persone ci hanno detto che non si può fare. Che questa musica non va in classifica. Che non va in radio. Noi abbiamo continuato a crederci. E proprio per questo abbiamo voluto andare ad Eurovision. È andata molto bene...".

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.