Navigation

I Grigioni sognano ancora le Olimpiadi

La candidatura per i giochi del 2022 era già stata bocciata 4 anni fa. Ora si vuole candidare il cantone alpino per i giochi del 2026

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2016 - 12:43

Il Parlamento grigionese ha detto sì al credito per l'elaborazione di una nuova candidatura olimpica, quella del 2026. I partiti borghesi l'hanno ampiamente spuntata sui socialisti, gli unici a criticare il progetto.

Sbloccato dunque un credito di 25 milioni di franchi per l'elaborazione del dossier di candidatura. Un nuovo tentativo, che arriva a soli 4 anni dalla bocciatura del progetto 2022.

A favore del progetto - che dovrebbe rilanciare l'economia e il turismo grigionese - si sono schierati, come detto, tutti i partiti borghesi. Unica voce fuori dal coro è stato il PS. Per i socialisti le incognite sono ancora troppe e la trasparenza del messaggio insufficiente.

Ma come sempre saranno i grigionesi ha decidere il 12 febbraio 2017.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.