La televisione svizzera per l’Italia

I costi sanitari in Svizzera si avvicinano ormai ai 100 miliardi di franchi

infermiera cura un paziente
Con 32,6 miliardi di franchi, gli ospedali sono il primo fornitore di prestazioni in Svizzera. KEYSTONE/© KEYSTONE / CHRISTIAN BEUTLER

Anche nel 2022 le spese nel settore sanitario sono ulteriormente progredite, registrando un balzo del 2,5% rispetto all'anno prima e attestandosi a 91,5 miliardi di franchi.

Dai dati pubblicati giovedì dall’Ufficio federale di statistica (UST) emerge che l’anno scorso i costi della sanità nella Confederazione hanno fatto segnare un aumento un po’ meno marcato rispetto agli anni precedenti.

Contenuto esterno

La progressione è stata del 2,5%, mentre nel 2021 era stata del +5,9% e la media degli ultimi cinque anni si è attestata al +3,2%.

Complessivamente le spese hanno raggiunto i 91,5 miliardi di franchi, indica l’UST. Il rapporto tra i costi della salute e il prodotto interno lordo (PIL) a prezzi correnti è diminuito, passando dal 12,0% nel 2021 all’11,7% nel 2022. La Svizzera rimane uno dei Paesi in cui questo rapporto è il più alto. A titolo di paragone, l’Italia si situa al di sotto del 10%.

I tre fornitori di prestazioni più importanti sono rispettivamente gli ospedali (32,6 miliardi di franchi per spese relative a cure sanitarie, 2,6% in più rispetto all’anno precedente), gli istituti medico-sociali (14,5 miliardi, +3%) e gli studi medici (13,7 miliardi, +3,2%).

Altri sviluppi
Le tessere sanitarie delle tante casse malati attive in Svizzera.

Altri sviluppi

Come funziona l’assicurazione sanitaria in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Tra le tante peculiarità svizzere c’è anche il sistema sanitario. Sebbene sia obbligatorio essere assicurati il sistema è privato.

Di più Come funziona l’assicurazione sanitaria in Svizzera

Tra i fornitori di prestazioni che hanno fatto registrare variazioni significative si segnalano lo Stato (-11,3%) a causa di minori spese per la prevenzione (dopo quelle elevate durante l’epidemia di Covid-19), gli altri fornitori di servizi ambulatoriali e a domicilio (+6,3%) e il commercio al dettaglio (+6,1%).

Quali sono le principali voci di spesa?

Analizzando i costi sanitari dal punto di vista delle prestazioni fornite, le statistiche mostrano che i trattamenti curativi stazionari (19,6 miliardi di franchi, +2,2% rispetto all’anno precedente), i trattamenti curativi ambulatoriali (19,2 miliardi, +2,5%) e quelli di lunga durata e aiuto (18,4 miliardi, +3,4%) hanno rappresentato insieme circa il 63% dei costi totali.

Volete ricevere una selezione delle notizie del giorno dalla Svizzera o dei nostri articoli della settimana? Abbonatevi alle nostre newsletter!

Le spese relative ai beni per la salute (medicamenti, materiali di consumo, apparecchi terapeutici) hanno raggiunto i 14,6 miliardi, registrando un incremento del 5,2% rispetto all’anno precedente. Da segnalare anche l’aumento dei costi legati all’amministrazione (+4,8%), mentre quelli relativi alla prevenzione sono diminuiti del 9%. Quest’ultimo risultato si deve soprattutto alla riduzione delle spese relative all’acquisto di materiale sanitario e vaccini da parte dei Cantoni durante il 2022.

L’assicurazione obbligatoria copre un terzo dei costi

I costi relativi alle prestazioni sanitarie vengono coperti principalmente dall’assicurazione malattia obbligatoria (34,5 miliardi di franchi, +3,8% rispetto all’anno precedente), dallo Stato (20,3 miliardi, valore sostanzialmente invariato rispetto all’anno prima) e dalle economie domestiche (19,7 miliardi, +3,9%).

Sempre stando all’UST, nel 2022 il finanziamento del sistema sanitario ha raggiunto i 92,9 miliardi di franchi; l’importo è provenuto per il 60% dalle economie domestiche, per il 32% dallo Stato e per il 5% dalle imprese.

Con costi medi di 882 franchi al mese e per abitante, la quota relativa alle economie domestiche equivale a 526 franchi mensili a testa per abitante. Andando più nel dettaglio, 264 e 68 franchi si riferiscono rispettivamente ai premi per l’assicurazione malattia obbligatoria e per le assicurazioni complementari, 50 franchi sono invece relativi alla partecipazione ai costi coperti dalle assicurazioni, mentre 138 franchi sono imputabili alla parte delle spese pagata direttamente dalle economie domestiche. Il montante residuale si riferisce a donazioni effettuate dalle economie domestiche.

Attualità

Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”
fotografie degli ostaggi di hamas

Altri sviluppi

Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese

Questo contenuto è stato pubblicato al Le trattative per la liberazione degli ostaggi in mano ad Hamas sono state sospese. Ad annunciarlo un'emittente israeliana.

Di più Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese
due tossici condividono una dose di fentanyl

Altri sviluppi

Il Fentanyl si fa strada in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al La città di Coira, capitale del canton Grigioni, è diventata uno dei maggiori centri di consumo di stupefacenti in Svizzera. Tra questi anche una "new entry": il Fentanyl.

Di più Il Fentanyl si fa strada in Svizzera
ape su un fiore

Altri sviluppi

In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

Questo contenuto è stato pubblicato al A pochi giorni dalla Giornata internazionale delle api, che cade il 20 maggio, l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha pubblicato venerdì la nuova Lista rossa delle api, che fa il punto sulle specie minacciate.

Di più In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR