La televisione svizzera per l’Italia

I coltellini svizzeri tornano ai livelli pre-pandemia

coltellini svizzeri
Un'icona del design svizzero che ha sofferto degli anni coronavirus. © Keystone / Gaetan Bally

Victorinox, l'azienda che produce i famosi coltellini svizzeri, sta beneficiando della ripresa del turismo: le vendite sono quasi tornate ai livelli precedenti lo scoppio della pandemia.

Duramente toccata dalla crisi causata dal coronavirus, tradottasi in una brusca interruzione del turismo e dalla chiusura dei negozi, Victorinox sta lentamente risalendo la china.

“Quest’anno prevediamo un fatturato di 429 milioni di franchi [circa 500 milioni di euro, ndr]”, ha spiegato all’agenzia AWP l’amministratore delegato Carl Elsener. Si tratta di un lieve miglioramento rispetto ai 426 milioni del 2022.

Crescita generale, ma non negli USA

“Nel 2023 tutti i mercati sono cresciuti, a eccezione di quello per noi più importante, gli Stati Uniti”, ha aggiunto il responsabile dell’azienda con sede a Ibach, nel canton Svitto.

Il rilancio negli Stati Uniti avverrà nei prossimi due o tre anni, ha affermato Elsener. Fino ad allora, la rete di vendita sarà ulteriormente ridotta. Attualmente comprende più di 20’000 negozi, gestiti principalmente da rivenditori indipendenti.

Se i ricavi si stanno risollevando, i margini non sono ancora così elevati come in passato. Ciò è dovuto in parte al fatto che l’inflazione e il forte apprezzamento del franco stanno pesando sulla redditività. “Ma i nostri margini sono sani e sostenibili”, ha assicurato l’amministratore delegato.

Ogni giorno escono dalla fabbrica circa 135’000 coltelli, compresi quelli da cucina. La produzione annuale è di 30 milioni di unità. La gamma di coltelli rappresenta circa il 70% del fatturato del gruppo. Il resto è generato da valigie, orologi e profumi.

Concorrenza degli smartwatch

I segnatempo prodotti a Delémont, nel Canton Giura, rappresentano oggi circa il 10% delle vendite totali. Elsener ha ammesso che in questo campo negli ultimi anni l’azienda ha sofferto la concorrenza degli smartwatch, ma grazie a un cambiamento di strategia l’attività si sta gradualmente riprendendo: “Abbiamo rivisto le nostre collezioni e dato agli orologi un design proprio: le vendite si stanno nuovamente sviluppando in modo positivo”.

Come detto, per un rilancio negli Stati Uniti bisognerà aspettare qualche anno. L’America Latina sta invece già mostrando una buona crescita, grazie anche alla solida domanda in Messico e Brasile. La Cina rimane dal canto suo un mercato difficile. “Là sono i coltellini tascabili e le valigie ad andare bene”.

Nonostante le sfide attuali, Elsener guarda con ottimismo al 2024. Victorinox, con i suoi oltre 2’100 dipendenti, dovrebbe continuare a crescere. “Ci concentreremo su Stati Uniti, Svizzera e Germania”, promette. Per quanto riguarda i prodotti, oltre che sui coltellini, l’azienda continuerà a puntare sull’espansione del segmento degli orologi.

Attualità

Klaus Schwab durante l'ultimo WEF.

Altri sviluppi

Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos

Questo contenuto è stato pubblicato al Klaus Schwab, fondatore del Forum economico mondiale di Davos (WEF) lascia la sua carica di presidente esecutivo. L'86enne lo ha annunciato martedì in una mail allo staff.

Di più Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos
Il monte Fuji e in primo piano il supermercato della catena nipponica.

Altri sviluppi

Il Monte Fuji e la lotta al turismo giornaliero

Questo contenuto è stato pubblicato al Una cittadina presa d'assalto per la sua vista sul Monte Fuji non ha optato per una tassa ma a pensato a qualcosa di parecchio diverso.

Di più Il Monte Fuji e la lotta al turismo giornaliero
Un'immagine virtuale di un robot.

Altri sviluppi

Dall’UE la prima legge al mondo che regola l’intelligenza artificiale

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio dell'Unione europea ha dato il via libera all'AI Act, ovvero alla legge europea sull'intelligenza artificiale che disciplina lo sviluppo, l'immissione sul mercato e l'uso dei sistemi di intelligenza artificiale nell'UE

Di più Dall’UE la prima legge al mondo che regola l’intelligenza artificiale
L'aula della CEDU.

Altri sviluppi

La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati, non vi è motivo di dare seguito alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'Uomo contro la Svizzera per violazione dei diritti umani in ambito ambientale.

Di più La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU
L'etichetta colorata di Nutri-Score.

Altri sviluppi

Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score

Questo contenuto è stato pubblicato al La decisione del numero uno svizzero del commercio al dettaglio è stata fortemente criticata dalla Fondazione per la protezione dei consumatori.

Di più Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score
Il premier Benjamin Netanyahu (sinistra) e il ministro della difesa Yoav Gallant.

Altri sviluppi

Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia

Questo contenuto è stato pubblicato al Tutti i partiti israeliani difendono il premier Netanyahu e il ministro della difesa Gallant, accusati di crimini di guerra e contro l’umanità dal procuratore capo della Corte penale internazionale dell'Aia.

Di più Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR