Navigation

Calano sensibilmente i casi di Aids in Svizzera

La prevenzione nel settore delle malattie sessualmente trasmissibili paga: lo dimostrano le cifre del 2017, diffuse dall'Ufficio federale della sanità pubblica stando alle quali il numero di casi di Aids annunciati è risultato inferiore del 16% rispetto al 2016.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2018 - 12:15
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


L'Ufficio federale di sanità pubblica spiega tale flessione, assai pronunciata, con la politica di prevenzione adottata negli anni passati. Nei centri di consulenza, il numero di test per rintracciare l'eventuale presenza del virus è cresciuto dell'11% nel 2017 rispetto al 2016.

Questa percentuale aumenta fino al 20% per le analisi eseguite da uomini che hanno contatti sessuali con altri uomini. Tale gruppo, però, è anche quello che ha fatto registrare oltre la metà delle nuove infezioni.

Globalmente, nel 2017, il 78% delle nuove infezioni riguarda gli uomini. Le donne rappresentano solo il 22% dei casi. A livello geografico, il maggior numero di contagi riguarda la regione urbane di Zurigo e di Ginevra.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.