Navigation

Grande guerra: 7 milioni di storie in un archivio-museo della Croce Rossa

Custodisce le richieste d'aiuto delle famiglie di soldati e prigionieri di guerra che non avevano notizie dei loro cari

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 luglio 2014 - 21:37

Il 28 luglio del 1914 segnò l'inizio della Grande guerra, oggi ricordato un po' ovunque nel mondo. Nel pieno di quella catastrofe, la Croce Rossa fondò l'Agenzia internazionale dei prigionieri di guerra, che aveva lo scopo di ristabilire il contatto tra le famiglie e i soldati dispersi.

Ben presto, il Comitato Internazionale della Croce Rossa fu sommerso dalle richieste e questo ruolo contribuì a trasformarlo in una organizzazione internazionale influente. Un museo, custodisce queste schede che corrispondono a quasi sette milioni di storie.

Il servizio è di Christelle Campana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.