Navigation

Tre città svizzere in top 10 per qualità di vita

Zurigo è seconda anche nel 2019. © Keystone / Ennio Leanza

Zurigo è anche nel 2019 la seconda città al mondo per qualità di vita, nella graduatoria stilata ogni anno dalla società di consulenza americana Mercer. In testa alla classifica, per la decima volta (la sesta consecutiva), c'è Vienna. E mentre in top 10 figurano altre due città svizzere, Ginevra e Basilea, perdono posizioni quelle statunitensi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 marzo 2019 - 20:55
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 13.03.2019)

Lo studio prende in esame 231 città e criteri disparati quali la criminalità, la gestione dei rifiuti, i trasporti pubblici, l'approvvigionamento elettrico, i servizi di telefonia, il clima e l'offerta sanitaria, educativa e culturale.

È effettuato per decidere le destinazioni e calcolare le retribuzioni dei dipendenti inviati dalle aziende a lavorare all'estero.

Nell'edizione 2019, tutte le città degli Stati Uniti analizzate perdono posizioni in graduatoria tranne New York, che sale dalla 45 alla 44 grazie alla continua diminuzione della criminalità.

In Asia, la migliore città per qualità di vita è Singapore (25esima), seguita da Tokyo (49). In Sudamerica è Montevideo (78).

Nella parte bassa della classifica si trovano invece soprattutto città africane e del Medio Oriente, con Bagdad in ultima posizione, benché abbia compiuto progressi per quanto riguarda la sicurezza e i servizi sanitari. 

Contenuto esterno

Lukas Wigger, portavoce del comune di Zurigo, spiega che il secondo posto non fa che confermare i risultati che la stessa città conduce regolarmente dei sondaggi fra la popolazione per verificare la qualità di vita.

Una classifica di risonanza internazionale, osserva, comporta tuttavia un rischio: "Quando una città viene spesso premiata, aumenta l'interesse di molti a venire ad abitare qui. Questo porta anche a una pressione sugli affitti".

Contenuto esterno


"È importante", prosegue Wigger, "avere allora il giusto equilibrio per fare in modo che gli zurighesi che già abitano qui possano continuare a permettersi di vivere in città."

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.