Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Gli svizzeri sempre più golosi di formaggio

Svizzeri freschi, molli, duri e extraduri

Svizzeri freschi, molli, duri e extraduri

(formaggiosvizzero.ch)

Cresce il consumo in Svizzera – Precipita l’apprezzamento per i prodotti a pasta extradura

Il formaggio (quello nazionale ma pure quello estero) piace sempre di più in Svizzera, ma per incontrare i favori dei consumatori deve essere fresco o a pasta molle. Le varietà extradure invece non attirano più.

La radiografia emerge dalla statistica del consumo di formaggio diffusa dall'Unione svizzera dei contadiniLink esterno. I numeri indicano che lo scorso anno ogni residente in Svizzera nel 2015 ha mangiato 21,5 chili di formaggio con un aumento di 260 grammi a testa. Le vendite di prodotti come il quark e la mozzarella sono aumentate dell'8,5%. Bene anche quelli simili al Brie (+3%). Preoccupa invece la tendenza delle specialità casearie come lo Sbrinz e la maggior parte dei prodotti dell'Alpe per le quali nel 2015 il volume di smercio si è ridotto del 16%.

Nell'U.E. il consumo di frormaggio è molto minore rispetto alla Confederazione, 17.4%, ma ci sono grosse differenze tra i singoli stati. Ad esempio la Svizzera viene battuta dall'Italia, dove ogni cittadino ne mangia circa 23 chili l'anno.

Il consumo pro capite di formaggio in altri Stati

Il consumo pro capite di formaggio in altri Stati

(clal.it)

RSI/NEWSLink esterno/Diem/ATS

Per saperne di più: il sito formaggiosvizzero.chLink esterno

×