Navigation

Gli svizzeri ora amano il mattone britannico

Numerosi risparmiatori confederati approfittano del superfranco per comprare appartamenti sul Tamigi

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2015 - 21:48

La decisione della Banca Nazionale Svizzera di abbandonare il cambio fisso non ha avuto ripercussioni solo sull'euro, ma anche sulla sterlina e questo sta cambiando le abitudini di molti risparmiatori svizzeri. Da 1 franco e 54 il cambio è sceso a 1 e 32 e parecchi investitori sono stati attratti dal mattone britannico.

Nonostante Londra sia una delle piazze più care al mondo sono infatti molti gli elvetici, privati cittadini o gestori patrimoniali, che negli scorsi giorni si sono rivolti a operatori del settore nella City. E se è vero che dal 2007 il valore di case e appartamenti nella metropoli inglese è lievitato di oltre il 30% questi prezzi non sembrano più scoraggiare gli audaci correntisti confederati che sembrano prediligere le rive del Tamigi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.