Navigation

Germania, corse illegali di auto con targhe svizzere

Il fenomeno non è nuovo; l'ultima sfida venerdì sera sull'autostrada tra Basilea e Karlsruhe; la polizia non è riuscita a intercettare i pirati

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 dicembre 2015 - 15:50

Alcune auto con targhe svizzere si sono sfidate venerdì sera in una corsa clandestina sull'autostrada che da Basilea si dirige verso Karlsruhe, in Germania.

Su questo e altri tratti senza limite di velocità, la pratica pare ormai piuttosto diffusa. Anche questa volta, come spesso accade, la polizia non è riuscita a intercettare i pirati della strada.

Stando ai diversi siti che riportano la notizia, un automobilista ha allertato le forze dell'ordine raccontando che alcune macchine stavano circolando a 40 chilometri orari, rendendo impossibili i sorpassi e spianando la strada a chi, davanti, stava per sfidarsi. La gara sarebbe terminata a Bad Krozingen, dove la carovana avrebbe lasciato l'autostrada per rientrare a Basilea.

Sui fatti di venerdì, nessun commento da parte tedesca. Non è raro, però, che i giornali del sud della Germania scrivano del fenomeno: pochi giorni lo ha fatto la Badischer Zeitung, spiegando che nel 2015 sono stati aperti 39 procedimenti per partecipazione a corse illegali. Risultato: 29 multe e 10 persone condannate a scontare dei giorni di carcere.

Non ci sono delle statistiche esatte per fotografare il fenomeno. La polizia di Lörrach, citata sempre dalla Badischer Zeitung, spiega che, osservando le telecamere di controllo, di solito a sfidarsi sono al massimo quattro vetture. Quando la gara è finita si trovano da qualche parte, e lì di vetture ne arrivano a decine: è il momento della riscossione dei soldi. Perché alle corse illegali sono legate anche scommesse illegali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.