Navigation

Geotermia, l'energia del futuro

Avviato un nuovo studio per produrre elettricità sfruttando il calore della roccia in profondità

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2014 - 15:58

Si ridiscute in Svizzera del futuro della geotermia profonda, che sulla carta è una fonte energetica inesauribile e quasi perfetta. Due precedenti trivellazioni a San Gallo e Basilea, però, erano state fermate a causa di scosse telluriche e scarso rendimento.

Un nuovo studio interdisciplinare -cui hanno partecipato più di 30 esperti di vari istituti universitari- indica che si è di fronte a un enorme potenziale per l'appovvigionamento energetico della Confederazione (in Svizzera, peraltro, è previsto l'abbandono graduale dell'energia nucleare) e sarebbe un grave errore gettare la spugna.

Il servizio del TG.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.