Galleria di base Via alle corse di prova nel tunnel del Ceneri

Saranno messi sotto tensione domenica notte gli impianti di corrente di trazione della nuova Galleria di base del Monte Ceneri. L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha infatti autorizzato la ditta AlpTransit San Gottardo SA (ATG) a dare inizio alla fase di test del tunnel ferroviario. Le corse di prova saranno effettuate tra inizio marzo e fine agosto.

Immagine di un tunnel di cui non si vede l uscita con binari, cavi e volta di cemento armato ancora pulito

Un'immagine della galleria scattata lo scorso anno.

© Keystone / Gaetan Bally

Il momento è simbolico: sta per essere "attaccata la spina" all'ultima grande opera della nuova ferrovia transalpinaLink esterno. È anche impegnativo: tra le 22 di sabato e le 8.30 di domenica mattina, la rete ferroviaria in Ticino (tra Bellinzona e Lugano e da/per Locarno) sarà fortemente perturbata a causa dei lavori. I treni saranno sostituiti da autobus.

Le Ferrovie federali svizzere FFS hanno spiegato che contemporaneamente all'accensione degli apparecchi centrali del tunnel, i sistemi di sicurezza della vecchia linea passeranno dal sistema di segnalazione ottica a quello in cabina di guida. Uno switch necessario per la messa in esercizio di prova della nuova Galleria di base.

La galleria del Monte CeneriLink esterno sarà inaugurata a settembre 2020 e percorsa dal regolare traffico ferroviario a partire dal dicembre successivo, precisaLink esterno l'UF.

I test prevedono l'analisi dell'interazione di tutti i sistemi di tecnica ferroviaria e includono un'esercitazione di salvataggio a giugno.
 


La nuova galleria di base, tra Camorino e Vezia, è lunga 15,4 chilometri (ciò significa oltre 30 chilometri di traforo, più 10 chilometri di cunicoli trasversali). Dal prossimo cambio di orario FFS a dicembre, renderà più celere il traffico viaggiatori sull'asse del San Gottardo e più allettante il trasporto pubblico in Ticino con, tra l'altro, un collegamento diretto Lugano-Locarno.

 

Parole chiave