Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Forum economico mondiale Al Wef di Davos tutto è pronto per garantire la sicurezza

Il World Economic Forum (Wef) di Davos si apre martedì. Quest'anno niente Donald Trump né delegazione statunitense. Ma la sostanza per quanto riguarda la sicurezza non cambia.

cecchino sul tetto di un albergo

Come sempre in occasione del Wef, Davos si trasforma in una città blindata.

(© KEYSTONE / Gian Ehrenzeller)

A Davos arriveranno 120 persone che godono di protezione ai sensi del diritto internazionale. Per polizia ed esercito si tratta di un numero notevole e per la Svizzera garantire la sicurezza nella località grigionese è una questione di rilevanza nazionale, ha sottolineato lunedì il comandante della polizia cantonale Walter Schlegel in una conferenza stampa.

Al Wef Link esternoquest'anno non saranno presenti Donald Trump e la delegazione statunitense (a causa dello 'shutdown', il blocco dell'amministrazione federale. Hanno cancellato la partecipazione al Forum anche la premier britannica Theresa May e il presidente francese Emmanuel Macron.

(2)

la sicurezza al forum economico mondiale di davos

Dall'Italia è invece annunciata la presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal Brasile quella del nuovo presidente Jair Bolsonaro.

Complessivamente, da domani a venerdì a mezzogiorno nel Centro Congressi di Davos si riuniranno circa 3000 partecipanti provenienti da 90 paesi. Per garantire la sicurezza del vertice internazionale saranno impiegate forze di polizia di tutti i cantoni, di alcune città e del Principato del Liechtenstein. Anche le forze armate forniranno supporto per proteggere persone e cose e per sorvegliare lo spazio aereo. Se necessario, potranno essere richiamati in servizio fino a 5'000 membri dell'esercito. Il costo dell'operazione ammonta a 32 milioni di franchi.

Anche le forze aeree austriache e italiane

Lo spazio aereo sarà chiuso al traffico in un raggio di 46 chilometri attorno a Davos e fino a un'altitudine fino a 6000 metri, ha precisato il Comandante del Corpo Aldo Schellenberg. Alla sorveglianza partecipano anche le forze aree di Austria e Italia.

Dopo gli attentati di Parigi del 2015, l'allerta per possibili azioni terroristiche è stata aumentata in Svizzera. L'Isis rappresenta attualmente una minaccia, come pure gli atti terroristici in cui un singolo individuo vuole attirare su di sé tutta l'attenzione con un'azione spettacolare.

​​​​​​​Quali saranno i piatti forti dell'edizione 2019 del Wef?

WEF 2019 Dove ci porterà l'interdipendenza globale?

Le questioni relative al mondo in rete – la cosiddetta "Globalizzazione 4.0" – costituiscono i piatti forti dell’agenda di questa edizione del ...

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gennaio 2019 13.30


tvsvizzera.it/mar/ats con RSI (TG del 21.1.2019)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box