Navigation

Femminicidio in Svizzera, le statistiche sono fuorvianti

Manifestazione di sensibilizzazione contro il femminicidio. © Keystone / Leo Duperrex

La piaga degli omicidi di donne è drammatica in Svizzera, come evidenzia il femminicidio avvenuto nella notte di sabato 16 ottobre a Netstal, nel canton Glarona, dove una 30enne è stata uccisa a colpi d'arma da fuoco da un 27enne. È stato il 21esimo femminicidio dall'inizio dell'anno. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2021 - 20:47
tvsvizzera.it/fra

Nella Confederazione elvetica, stando ai dati nel 2020, circa ogni due settimane una persona è stata uccisa dal partner: il dato emerge dalle cifre relative alla violenza domestica diffuse dall’Ufficio federale di Statistica (UST). Lo scorso anno, informa l’UST, la polizia ha registrato 28 omicidi nella sfera domestica.

Una presa di coscienza su questi reati passa anche dalla definizione di questi delitti come femminicidi: descriverli come semplici omicidi, come fanno le statistiche in Svizzera, è fuorviante e ne complica la prevenzione.

Considerato però che in Svizzera i delitti specifici contro le donne non vengono registrati come tali, ci pensa il sito Stopfemizid.ch Link esternoa farlo: qui vengono elencati i femminicidi commessi nel nostro paese. Nel 2021 stiamo già superando i 16 dello scorso anno.

Contenuto esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.