Fauna selvatica Il lupo è ricomparso nel cantone Ginevra dopo 150 anni

Lupo

Benché significativo, l'arrivo del lupo a Ginevra non è una sorpresa.

Office cantonal de l'agriculture et de la nature (OCAN), Genève

Un lupo è stato identificato nel cantone Ginevra all'inizio dell'anno dopo un'assenza di un secolo e mezzo. Il suo passaggio è stato attestato dalle immagini di una trappola fotografica.

Il canide è stato immortalato nella notte tra il 7 e l'8 gennaio nel sud del cantone. Le immagini, che si possono osservare nel video, sono le uniche attualmente disponibili. È impossibile al momento sapere se l'animale si trova ancora in territorio ginevrino. I lupi sono infatti estremamente mobili e in una notte possono percorrere enormi distanze.

A titolo precauzionale, i pochi allevatori della regione sono stati informati e delle misure di protezione per il bestiame saranno messe in atto con l'aiuto dell'autorità.

Questa osservazione non è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Era solo una questione di tempo. Il lupo sta tornando a rioccupare i territori da dove era stato eradicato. In territorio svizzero è già tornato nella metà degli anni '90.

Secondo le autorità cinverine questa osservazione dimostra la portata dei progetti di rinaturalizzazione e della costruzione di "corridoi biologici" che facilitano lo spostamento della fauna attraverso, ad esempio, degli "ecoponti".

Questi interventi hanno già permesso al cantone di registrare la presenza di linci e del gatto selvatico. A Ginevra è stato inoltre avvistato uno dei primi sciacalli dorati in Svizzera.


tvsvizzera.it/Zz/ats con RSI (TG del 15.01.2021)

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.


Parole chiave