Fa ancora notizia Prima donna ai comandi di un caccia militare

Si chiama Fanny Chollet, 28 anni del canton Vaud, è la prima pilota di jet da combattimento delle forze aeree svizzere. Fa notizia in un paese dove solo a partire dal 1990 le donne del canton Appenzello hanno ottenuto il diritto di voto, su ingiunzione del Tribunale federale.


Fanny Chollet è la prima pilota di jet da combattimento della Svizzera. La 28enne vodese ha infatti terminato in questi giorni il suo addestramento di circa un anno sull'F/A-18. La neopatentata, che ha eseguito il primo volo da sola con questo tipo di aereo nel marzo 2018, ha concluso la prima parte della formazione presso la Swiss Aviation Training e ha conseguito una laurea alla scuola di scienze applicate di Zurigo. 

Una parte della sua istruzione è avvenuta anche in Ticino, nel 2012, su un PC-7.

"Ho realizzato un sogno. Da bambina non avrei mai immaginato di diventare pilota militare, ma l'interesse c'è sempre stato, poiché diversi membri della mia famiglia sono attivi nell'aviazione civile", ha dichiarato la giovane.

Per permettere alle donne di mettersi ai comandi del caccia, nel 2004 si è dovuto cambiare la legge. Fino ad oggi, però, in ambito militare se ne vedevano solamente a bordo di elicotteri.

Donne nell'esercito


Parole chiave