Navigation

Esercito 'abbattuto' dai costi dell'informatica

L'esercito dovrà risparmiare circa 60 milioni di franchi sugli acquisti previsti di munizioni e altro materiale. © Keystone / Christian Beutler

Il preventivo 2021 per l'informatica era di 460 milioni di franchi. Sarà superato di ben 100 milioni. Ora l'esercito dovrà risparmiare, soprattutto in munizioni e ridurre i progetti IT.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2021 - 13:11
tvsvizzera.it/fra

Le forze armate svizzere sono alle prese con gravi problemi strutturali nell'informatica. Il budget sarà superato di circa 100 milioni di franchi nell'anno in corso. Il capo dell'esercito sta risparmiando, tra le altre cose, sulle munizioni e avrebbe bisogno di quattro volte tanto per il personale informatico.

La ragione principale dei problemi è l'enorme numero di progetti IT che l'esercito deve attualmente portare avanti simultaneamente, ha detto il portavoce Stefan Hofer. I problemi erano già emersi nell'autunno 2020, ma la gravità della situazione è diventata palese solo nel corso di quest'anno. 

60 milioni in meno di munizioni

Hofer ha inoltre confermato che il capo delle forze armate intende assorbire i costi aggiuntivi riallocando i fondi a bilancio. Per esempio, risparmierà circa 60 milioni di franchi sugli acquisti previsti di munizioni e altro materiale. Le scorte saranno poi ricostituite ulteriormente. Altri 40 milioni verrebbero risparmiati interrompendo o posticipando progetti informatici.

Nuovo messaggio dal 2024

Da parte sua, la responsabile del Dipartimento della difesa Viola Amherd ha presentato a giugno nuove procedure che renderanno gli acquisti "più efficienti, soprattutto in termini di tempo, qualità e costi". Nel 2024, per la prima volta, il parlamento riceverà un nuovo tipo di Messaggio sull'esercito per ogni legislatura. Il documento avrà un orizzonte temporale di 12 anni, conterrà in primo luogo i valori chiave per l'orientamento delle forze armate e per le sue capacità sulla base del Rapporto del Consiglio federale sulla politica di sicurezza. Saranno esposte anche le uscite per investimenti e le spese d'esercizio per le differenti capacità. I crediti d'impegno per il materiale militare - per progetti, rinnovo di mezzi e munizioni - saranno chiesti per quattro anni.

Contenuto esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.