Navigation

In silenzio per ricordare le vittime di Covid-19 in Svizzera

admin.ch

A un anno di distanza dal primo decesso la Svizzera rende omaggio alle oltre 9'300 vittime di Covid-19.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2021 - 14:03
tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 5.3.2021)

Poco prima di mezzogiorno, esattamente alle 11.59, la Svizzera si è fermata per commemorare le oltre 9'300 sue vittime del coronavirus. Il minuto di silenzio, seguito dai rintocchi delle campane, cade a un anno dal primo decesso causato dal Covid-19, una 74enne vodese.

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin, che mercoledì aveva invitato i cittadini elvetici a raccogliersi per i lutti e le sofferenze provocate dalla pandemia, ha reso omaggio in un video postato su Twitter a "chi ci ha lasciato, chi soffre, chi continua a lottare per recuperare la salute o il lavoro".

In considerazione della situazione epidemiologica il Consiglio federale, sentiti i presidenti delle due Camere, ha preferito non organizzare una cerimonia ufficiale in ricordo dei morti e dei loro familiari.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.