Navigation

Famiglia più serena se la paghetta è mensile

Per imparare a non rimanere così, meglio la paghetta mensile (immagine d'archivio). Keystone

Assegnare ai figli una somma mensile, così che imparino a gestire le piccole spese personali, migliora anche il rapporto dei ragazzi con i loro genitori. Lo dice una ricerca condotta nella Svizzera tedesca, dove il "salario giovanile" è più diffuso.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2018 - 21:05
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 20.03.2018)

Il servizio del TgLink esterno della Radiotelevisione svizzera comincia con un ritratto di famiglia a nord delle Alpi. Il figlio maggiore, 16 anni, riceve 175 franchi al mese. Quello minore, 13 anni, ne prende 125.

"Con quel denaro devo pagare vestiti, parrucchiere, scarpe, cose personali, biglietti del treno, gite, telefonino, le piccole spese", precisa Maurin. 

"Devi imparare a non spendere tutto all'inizio del mese per avere ancora soldi alla fine del mese, se c'è qualcosa che ti interessa", sottolinea Noe.

Contenuto esterno

Il modello della somma fissa mensile senza possibilità di arrotondare, proposto per la prima volta negli anni '70 dallo psicologo Urs Abt, è oggi promosso dall'associazione JugendlohnLink esterno.

Contenuto esterno


"È più un modello educativo che finanziario", chiarisce la professoressa Claudia Meier MagistrettiLink esterno, della Scuola universitaria di Lucerna.

Nelle famiglie che lo applicano, interpellate da uno studio, i giovani "imparano a pianificare, a prendere decisioni autonome, a distinguere fra cosa è importante e cosa è invece un desiderio consumistico, sono più prudenti e sicuri di sé nel gestire il denaro".

E così mentre si insegna e a evitare l'indebitamento, dice la ricerca, diminuiscono anche le tensioni fra genitori e figli adolescenti per ciò che riguarda denaro e consumi. A vantaggio della serenità di tutta la famiglia.

In media, in Svizzera

a 6-7 anni si affrontano con i genitori argomenti legati al denaro
a 7-8 anni si effettuano i primi, piccoli acquisti in autonomia
a 8-10 anni si dispone liberamente della paghetta
a 10-12 anni si comincia a ricevere regali in denaro
a 16 anni si usa per la prima volta una carta bancaria

fonte: Studio di Pro Juventute e Credit Suisse (2017)

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.