La televisione svizzera per l’Italia

Dopo oltre 90 anni, la FIFA potrebbe lasciare Zurigo

fifa
KEYSTONE

Il quartier generale della Federazione calcistica si trova nella città svizzera, ma domani potrebbe decidere di traslocare. Alle autorità cittadine non è però stato comunicato niente.

La Federazione internazionale di calcio (FIFA) deciderà domani a Bangkok se Zurigo deve continuare a figurare negli statuti come sede principale dell’associazione. La città sulla Limmat è al corrente di questo voto, ma non è stata informata di un eventuale trasloco.

La FIFA ha il suo quartier generale a Zurigo da oltre 90 anni. La città non sa di alcun piano concreto che potrebbe cambiare le cose, hanno indicato le autorità a Keystone-ATS. Poiché si tratta di un’istituzione privata, preferiscono non commentare ulteriormente la questione.

Attualmente, gli statuti del massimo organo pallonaro mondiale stabiliscono chiaramente che la FIFA ha la sua sede a Zurigo. Essa è iscritta nel registro del commercio cantonale come associazione. La novità che verrà votata in Thailandia potrebbe però aprire la strada a un trasferimento.

Voci riguardo a un possibile cambio di indirizzo della FIFA sono già circolate in passato, l’ultima volta lo scorso autunno, quando è stato reso noto che alcuni uffici e impieghi sarebbero stati spostati altrove, come a Miami. Nata a Parigi nel 1904, l’associazione guidata da Gianni Infantino è di casa a Zurigo dal 1932.

ASF contraria

Dal canto loro, i vertici del calcio elvetico domani non appoggeranno le modifiche dello statuto. La delegazione rossocrociata “si asterrà o voterà contro”, ha fatto sapere a Keystone-ATS da Bangkok il presidente dell’Associazione svizzera di football (ASF) Dominique Blanc.

“Abbiamo una relazione molto buona con la FIFA e naturalmente ci auguriamo che la sede resti qui”, ha aggiunto il dirigente. Per non compromettere i rapporti, Blanc cercherà di discutere con i funzionari dell’organizzazione.

Per il presidente dell’ASF, è chiaro che la situazione è vantaggiosa per entrambe le parti. Per la Svizzera significa posti di lavoro e scambi ravvicinati con la federazione internazionale. Quest’ultima invece beneficia di “eccellenti condizioni infrastrutturali, politiche e legali”, senza dimenticare il generoso sconto fiscale di cui approfitta. Stando a Blanc, “se la FIFA dovesse trasferirsi, la reputazione della Svizzera ne risulterebbe danneggiata”.

“La FIFA è felice in Svizzera”, ha replicato alle indiscrezioni il portavoce dell’associazione Bryan Swanson, secondo cui si sta anzi pensando di aprire altri uffici nella Confederazione. Tuttavia, “se continueranno ad esserci mosse accuse false e fuorvianti, le nostre federazioni affiliate potrebbero pensare che non siamo i benvenuti a Zurigo”, ha avvertito.

Attualità

Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”
fotografie degli ostaggi di hamas

Altri sviluppi

Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese

Questo contenuto è stato pubblicato al Le trattative per la liberazione degli ostaggi in mano ad Hamas sono state sospese. Ad annunciarlo un'emittente israeliana.

Di più Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese
due tossici condividono una dose di fentanyl

Altri sviluppi

Il Fentanyl si fa strada in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al La città di Coira, capitale del canton Grigioni, è diventata uno dei maggiori centri di consumo di stupefacenti in Svizzera. Tra questi anche una "new entry": il Fentanyl.

Di più Il Fentanyl si fa strada in Svizzera
ape su un fiore

Altri sviluppi

In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

Questo contenuto è stato pubblicato al A pochi giorni dalla Giornata internazionale delle api, che cade il 20 maggio, l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha pubblicato venerdì la nuova Lista rossa delle api, che fa il punto sulle specie minacciate.

Di più In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR