Navigation

Disattenzione da smartphone, campagna choc a Losanna

Un video della polizia vodese per prevenire i troppi incidenti che coinvolgono i pedoni distratti

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 maggio 2015 - 18:03

Ha suscitato clamore la campagna choc promossa dalla polizia di Losanna per combattere gli incidenti causati dalla distrazione dei possessori di smartphone. Nel video un fantomatico titolare di un'agenzia di pompe funebri racconta, con l'ausilio di immagini più che esplicite e crude, la storia di Jonas, un giovane amante della musica rap che viene investito da un'auto mentre attraversa incautamente le strisce pedonali, ascoltando con l'auricolare la musica del suo smartphone. Ovviamente si tratta di finzione che sconfina nell'humour nero, ma l'effetto è assicurato.

Del resto, informa la polizia vodese, in Svizzera 1'100 sono rimaste gravemente ferite o sono morte nel 2013 a causa della disattenzione e la distrazione costituisce uno dei principali fattori di incidenti della circolazione. Un incidente grave su quattro è dovuto proprio a disattenzione, indicano le statistiche. Le immagini choc, il ritmo e la particolare ironia utilizzate nel video vengono ritenute idonei dai promotori della campagna che si indirizza al pubblico più giovane, quello che più usa e adotta comportamenti a rischio con lo smartphone. (spal)

Il comunicato della polizia di LosannaLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.