Navigation

Di botulismo si muore

Più di 200 pecore nel canton Turgovia sono morte per avvelenamento causato dalla tossina botulinica

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2016 - 20:33

È il più grave caso di botulismo registrato in Svizzera. Già più di 200 pecore in una fattoria di Iselisberg, nel canton Turgovia, sono morte per avvelenamento causato dalla tossina botulinica, dopo aver probabilmente mangiato del foraggio contaminato dove erano finiti dei resti di carcasse di animali.

A causa della tossina tutti i muscoli dell'animale subiscono una paralisi e in particolare la muscolatura del diaframma, così che gli animali non riescono più a respirare e muoiono.

I casi di botulismo non sono frequenti, ma quest'anno ce ne sono stati già tre. 20 mucche nel canton Zurigo, 60 nel canton Turgovia, e ora le pecore. Negli ultimi anni c'è stato circa un caso all'anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.