Navigation

Denuncia per spionaggio contro la vicepresidente del Nazionale?

Christa Markwalder è sospettata di aver rivelato informazioni confidenziali

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2015 - 10:10

Il cosiddetto "affare Kazakistan" mette sempre più sotto pressione la vicepresidente del Consiglio nazionale, la liberale radicale bernese Christa Markwalder.

Solo sabato il presidente Philipp Müller ha ribadito di voler difendere prima di tutto gli interessi del partito. Ma Christa Markwalder non sembra godere di molto sostegno nemmeno all'interno della commissione della politica estera del Nazionale.

C'è chi parla addirittura di sporgere denuncia per spionaggio. Ma c'è anche chi risponde: non è il caso di esasperare i toni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.