La televisione svizzera per l’Italia

Dalla Svizzera un cerotto-spia per le operazioni allo stomaco e all’intestino

persona in camice bianco mostra un adesivo
L'invenzione è valsa ad Alexandre Anthis il premio della ricerca conferito ogni anno dall'EMPA. Empa

Il Politecnico federale di Zurigo (ETHZ) e il Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (EMPA) hanno messo a punto un nuovo cerotto in grado di rilevare eventuali perdite nel tratto gastrointestinale in seguito a interventi di sutura.

“I chirurghi ci hanno detto che mentre durante un intervento, per quanto complicato, hanno una chiara visione del campo operatorio, una volta chiusa la cavità addominale sono ‘ciechi’ e possono accorgersi di eventuali perdite solo quando è troppo tardi”, ha spiegato Alexandre Anthis, dell’ETHZ, citato in un comunicatoCollegamento esterno stampa dell’EMPA.

Il nuovo cerotto in idrogel composito sviluppato dai ricercatori e dalle ricercatrici dei due istituti permette appunto di rilevare perdite nello stomaco o nell’intestino. Una volta che i succhi gastrici e intestinali entrano in contatto con il sensore, sul cerotto appaiono delle bolle di gas, visibili grazie ad un apparecchio ad ultrasuoni.

A seconda della posizione della perdita, la reazione può verificarsi nel giro di minuti o di alcune ore, si legge nella nota. Finora, il personale sanitario ha dovuto affidarsi a reazioni fisiche molto più tardive delle persone interessate o a test di laboratorio, che a volte forniscono troppo tardi una chiara indicazione della presenza di una perdita dalla sutura.

Contenuto esterno

Se necessario, il nuovo cerotto può anche rilasciare farmaci, ad esempio degli agenti antibatterici.

Inoltre, l’adesivo è dotato delle proprietà necessarie per la chiusura della ferita. “La supercolla, biocompatibile ed economica, costituita in gran parte da acqua, potrebbe non solo ridurre il rischio di complicazioni dopo un intervento chirurgico addominale, ma anche accorciare la durata delle degenze ospedaliere e consentire dunque un risparmio di costi sanitari”.

Come spiegato da Inge Hermann, la professoressa che ha supervisionato il progetto di Alexandre Anthis, l’idea di applicare cerotti ai condotti gastrointestinali era già stata presa in considerazione da precedenti ricerche, ma si era sempre rilevata poco efficace. Infatti, il materiale a base di proteine di cui le bande adesive tradizionali sono formate non è sufficientemente resistente all’azione corrosiva dei succhi gastrici. La nuova invenzione permetterebbe invece di superare l’ostacolo, ragione per cui “il cerotto intestinale sta già suscitando un grande interesse tra il corpo medico”.

Attualità

Studenti davanti al computer.

Altri sviluppi

Liceo, quattro anni per tutti

Questo contenuto è stato pubblicato al La riforma vuole uniformare in tutta la Confederazione la durata dei corsi alle scuole superiori per l'ottenimento della maturità.

Di più Liceo, quattro anni per tutti
Tessere sanitarie su un tavolo.

Altri sviluppi

Emergenza sanitaria, gli assicuratori vogliono parlare all’unisono

Questo contenuto è stato pubblicato al In vista di un nuovo sistema tariffario, voluto dal Governo per tentare di calmierare la spesa sanitaria, le assicurazioni hanno deciso di creare una nuova organizzazione unitaria che ponga fine all'attuale duopolio.

Di più Emergenza sanitaria, gli assicuratori vogliono parlare all’unisono
Il ristorante a Muri (AG) verso cui si sono rivolte le attenzioni degli inquirenti.

Altri sviluppi

Mafie, condannato in Italia ristoratore argoviese

Questo contenuto è stato pubblicato al L'imputato era sospettato di legami con la cosca calabrese Anello-Fruci di Vibo Valenzia. In precedenza erano stati inflitti 11 anni a operaio comunale del Luganese.

Di più Mafie, condannato in Italia ristoratore argoviese
vigile del fuoco davanti a una palazzina

Altri sviluppi

Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esplosione che ha devastato un parcheggio sotterraneo e parte di una palazzina a Nussbaumen è dovuta alla manipolazione e allo stoccaggio non corretti di grandi quantità di materiale pirotecnico importato illegalmente in Svizzera.

Di più Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia
schede elettorali

Altri sviluppi

Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari

Questo contenuto è stato pubblicato al In occasione delle ultime elezioni svizzere, le preoccupazioni dell'elettorato riguardavano soprattutto l'asilo, l'immigrazione e il potere d'acquisto. Ad approfittarne sono stati soprattutto l'Unione democratica di centro e il Partito socialista.

Di più Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari
uomo

Altri sviluppi

In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente del PLR Thierry Burkart ha chiesto l'abolizione della scuola inclusiva. "Ha fallito", ha dichiarato in un'intervista pubblicata oggi dalle testate del gruppo Tamedia.

Di più In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”
Medico e paziente

Altri sviluppi

Un nuovo sistema tariffale in ambito sanitario

Questo contenuto è stato pubblicato al Considerate ormai obsolete, le tariffe per le cure ambulatoriali in vigore dal 2004 (TARMED) saranno sostituite nel 2026 dalla nuova struttura tariffale per singola prestazione TARDOC e da una struttura tariffale con importi forfettari.

Di più Un nuovo sistema tariffale in ambito sanitario
Rösti nel corso della conferenza stampa del Governo.

Altri sviluppi

“Il canone va ridotto ma non a 200 franchi”

Questo contenuto è stato pubblicato al Come compromesso all'iniziativa popolare che chiede un abbassamento della quota da destinare al servizio pubblico radiotelevisivo svizzero, il Consiglio federale propone di scendere a 300 franchi.

Di più “Il canone va ridotto ma non a 200 franchi”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR