Navigation

Dall’euro una boccata d’ossigeno all’economia

La valuta europea torna sopra la soglia di 1,10 franchi

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 settembre 2015 - 21:54

Per la prima volta dall'abbandono da parte delle autorità monetarie elvetiche, lo scorso 15 gennaio, del cambio minimo euro-franco la valuta europea torna sopra la soglia psicologica di 1,10 franchi. In pratica l'euro ha dimezzato il suo deprezzamento con la divisa elvetica seguito alla mossa della Banca nazionale svizzera.

Una situazione che era vista con preoccupazione dall'economia elvetica, fortemente orientata verso il mercato europeo e che aveva portato a un'inattesa recessione nel primo trimestre dell'anno. I commenti degli analisti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.