Navigation

Da Blattmann a Rebord

Il 59enne vallesano è il nuovo capo dell'esercito svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2016 - 20:42

La Romandia torna ai vertici dell'esercito svizzero con il vallesano Philippe Rebord. Il Consiglio federale ha nominato il 59enne (divisionario comandante della formazione superiore dei quadri e capo di stato maggiore dell'istruzione operativa) alla successione di André Blattmann, che lascerà con il 31 dicembre prossimo. L'annuncio della nomina è stato dato venerdì pomeriggio a Berna. In corsa c'era anche il 54enne turgoviese Daniel Baumgartner.


È la prima volta che, fatta eccezione per la breve parentesi di Roland Nef, un rappresentante delle forze terresti assume la funzione di capo dell'esercito creata nel 2003. Sia il neocastellano Christophe Keckeis, sia lo zurighese André Blattmann provenivano dall'aviazione.

Nell'esercito dal 1985, Philippe Rebord si è laureato il Lettere a Losanna. Dallo scorso primo aprile il neo consigliere federale Guy Parmelin l'aveva voluto al suo fianco quale sostituto del capo dell'esercito.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.