Covid-19 Dopo quattro mesi si registra un nuovo decesso in Ticino

Un cartellone per strada con la scritta qui vige l obbligo della mascherina
Keystone / Elia Bianchi

In Ticino si è registrato il primo decesso legato al Covid-19 dal 12 giugno, che porta il bilancio 351 morti nel cantone dall’inizio della pandemia.

I nuovi casi segnalati dalle autorità ticinesi sono 45, per un totale di 3’952 contagi confermati, con 301 infezioni registrate dall’inizio di ottobre. Negli ospedali, rispetto a lunedì ci sono stati un nuovo ricovero e una dimissione, con un paziente ricoverato in terapia intensiva e sottoposto a respirazione artificiale. Ecco sulla situazione ticinese il servizio del telegiornale:


A livello nazionale sono 1445 le nuove infezioni da Covid-19 confermate in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore (65'881 in totale). Secondo il bollettino quotidiano dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), 1808 persone (+7) sono morte dall'inizio dell'epidemia.

I tamponi eseguiti sono stati 9571, mentre i nuovi ricoveri sono 39, il che porta le ospedalizzazioni a 5110. Lunedì la Confederazione, che nel week-end non fornisce più le cifre, ha annunciato 4083 contagi spalmati su 72 ore (in media 1361 al giorno).

Significativo per leggere il trend della malattia, il confronto su base settimanale conferma la recente impennata dei casi. Il dato è infatti più che raddoppiato da martedì scorso, quando i contagi erano stati 700. La percentuale di test positivi allora era del 9,7%, oggi del 15,1%.

Le persone in isolamento sono 4338: altre 10'788 entrate in contatto con loro sono in quarantena, uno stato nel quale si trovano anche 13'339 individui rientrati in Svizzera da un Paese considerato a rischio.

Infine nei Grigioni, la pagina web dedicata all'evoluzione del coronavirus parla di 22 infezioni in 24 ore (1281 totali). I morti sono fermi da oltre quattro mesi a quota 50. 

Il servizio del Tg:




tvsvizzera.it/fra con RSI


Parole chiave