Coronavirus Alcuni farmaci cominciano a scarseggiare

Le scorte di analgesici, antibiotici e narcotici negli ospedali sono sotto forte pressione. Per evitare rotture di stock, l'approvvigionamento è ora gestito a livello federale.

scaffale con scatole di farmaci

In questo periodo le farmacie dei reparti degli ospedali si svuotano molto rapidamente.

© Keystone / Gaetan Bally

Alcuni medicinali sono utilizzati in queste settimane fino a sei volte più del solito negli ospedali svizzeri. La forte domanda e il fatto che alcuni di questi farmaci siano prodotti in Asia stanno creando molti grattacapi.

Il Governo federale ha però preso le cose in mano e venerdì scorso ha deciso una serie di misureLink esterno che danno maggiori competenze alla Confederazione per tutto quanto concerne l'approvvigionamento di materiale medico.

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

I cantoni, gli ospedali, nonché i fabbricanti e i distributori di medicamenti sono così ora tenuti a notificare regolarmente le loro scorte di determinati farmaci all'Ufficio federale per l'approvvigionamento economico.

È poi compito di questo ufficio controllarne la distribuzione a seconda dei bisogni delle strutture sanitarie.

In questo modo, la disponibilità di queste importanti medicine dovrebbe essere assicurata almeno fino alla fine di aprile.

Il servizio del TG:


Parole chiave