Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Cooperazione fiscale, Svizzera promossa

Grazie alle modifiche legislative adottate per conformarsi agli standard internazionali, l'OCSE ha ammesso la Confederazione alla seconda fase di esame

Gli sforzi compiuti dalla Svizzera per non finire sulla lista nera dei paradisi fiscali hanno dato i loro frutti. Grazie alle modifiche legislative, apportate per conformarsi agli standard internazionali, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha deciso di ammettere la Confederazione nella seconda fase di esame.

Una fase che prenderà avvio in autunno e che dovrà verificare, in particolare, l'attuazione pratica dello scambio di informazioni in materia di assistenza amministrativa fiscale.

Entrata in vigore il primo agosto dello scorso anno, la normativa prevede che –in alcuni casi– possano essere trasmesse informazioni sui dati dei contribuenti alle autorità estere, senza preavvisare le persone oggetto della domanda.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×