Beni di consumo Sempre più prodotti ritirati dagli scaffali

Dagli alimentari ai monopattini elettrici passando per gli elettrodomestici. Negli ultimi anni i prodotti che vengono ritirati dal mercato per i più svariati problemi si sono moltiplicati.

Donna davanti allo scaffale frigorifero.

"Non appena vi è il sospetto che un prodotto possa essere dannoso, lo ritiriamo dal mercato, anche se ci perdiamo", dichiara il portavoce di Migros.

© Keystone / Gaetan Bally

​​​​​​​

Richiamata farina di grano saraceno a causa di un valore troppo alto di alcaloidi tropanici. Ritirato dal mercato lo spiedo girevole del grill a gas venduto in una catena di negozi per un non meglio precisato "rischio per la salute". Salmonella nelle mandorle macinate: non consumare.  

Sono solo alcuni degli ultimi avvisi pubblicati sul sito dell'Ufficio federale del consumoLink esterno. Come fa notare il quotidiano Aargauer Zeitung il numero di prodotti ritirati dal mercato è passato dai 26 all'anno di 10 anni fa agli oltre 100 tolti dagli scaffali solo nel 2019. 

I motivi sono vari. Primo fra tutti la concorrenza, che spinge i produttori a mettere velocemente in vendita un prodotto. Un altro sono le catene di produzione sempre più complicate, con molte ditte che forniscono separatamente i componenti per un singolo prodotto. 

È anche vero, però, che sono aumentate le segnalazioni e che distributori e produttori sono molto meno reticenti a ritirare un prodotto dal mercato rispetto al passato. 

Il servizio del Telegiornale:


Parole chiave