Navigation

Il Monastero di Claro ha una nuova badessa


Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2019 - 20:01

Il Monastero di Santa Maria Assunta sopra Claro, dopo 48 anni, ha una nuova badessa. La cerimonia di benedizione di Madre Maria Sofia Cicchetti si è svolta sabato. Questo rappresenta anche la scissione ufficiale dalla comunità fiorentina di Rosano.

Contenuto esterno


Dal 1971 il monastero era sotto la guida della comunità benedettina di Rosano, in provincia di Firenze. Il ritorno all’autonomia è stato autorizzato lo scorso 8 novembre da Papa Francesco. 

La cerimonia di Benedizione di Madre Maria Sofia Cicchetti è stato un momento solenne e di festa per il Monastero, eretto nel 1490. Un luogo dove le undici monache che vi vivono seguono la regola di San Benedetto “Ora et Labora” (prega e lavora). 

Le monache di Claro vivono seguendo la regola di San Benedetto "Ora et labora" ("prega e lavora") monasterodiclaro.ch

Le monache, secondo quanto scritto sul sito della comunità religiosaLink esterno, si dedicano in particolare al restauro di libri, documenti antichi e paramenti liturgici, al cucito e ricamo, alla coltivazione degli orti, alberi da frutto, allevamento di animali da cortile e api. 

Accolgono inoltre "persone singole o gruppi che desiderano trascorre momenti di preghiera e riflessione in un’atmosfera di silenzio e di pace."

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.